Appena atterrata in terra Belga insieme a Veronica, mia compagnia di avventura in questo viaggio nelle Fiandre, non perdiamo tempo e subito dopo aver lasciato i bagagli nel nostro stravagante Hotel Mozart nel cuore di Bruxelles, acquistiamo dei biglietti del treno per dirigerci a Gand, chiamata anche Gent in lingua fiamminga! 

IMG_4577

Questa pittoresca cittadina vi lascerà davvero a bocca aperta. Come prima cosa sveliamo subito il significato del suo nome di origine celtica che proviene da Ganda, che signifca “confluenza”, poiché qui confluiscono i fiumi Schelda e Lys! 

IMG_4591

I fiumi di Gent scorrevano in una zona periodicamente inondata ed erano dunque l’ideale per l’allevamento delle pecore e la loro lana veniva usata per fare un panno!

IMG_4590IMG_4603IMG_4604IMG_4605

Pensate che durante il medioevo Gent era infatti considerata la città più importante per il tessuto in Europa! Oggi il centro città con le sue grandi torri, quella campanaria e quelle della Cattedrale di Sint Niklaas sono solo alcuni esempi di ciò che potrebbe essere stata una Manhattan del Medioevo!

IMG_4592 IMG_4593

Qualche curiosità? Gent fortunatamente durante tutte e due le guerre mondiali non fu bombardata eccessivamente, per cui conservò gran parte del suo patrimonio storico, vedrete che comminare per le sue vie sarà davvero come fare un tuffo nel passato!

IMG_4606 IMG_4607 IMG_4608

Inoltre per gli appassionati del macabro il museo Dr. Guislain si trova proprio all’interno dell’ospedale psichiatrico più antico del Belgio, che risale al 1857 e ci si può arrivare facilmente con il tranvia numero 1!